Caratteristiche salienti Corsi Formazione Yoga

La rete “Formazione Yoga”, nell’accogliere e fare proprie le linee guida definite a livello internazionale dal KRI (Kundalini Research Institute) per i propri Corsi di Formazione Insegnanti di Kundalini Yoga I e di II livello, presenta delle caratteristiche salienti che rappresentano un “unicum” nel panorama della formazione yogica in Italia.

Sapere è Potere

Lead Trainer Corsi I livello: Guru Shabad Singh

Guru Shabad Singh è oggi il primo e più esperto insegnante di Kundalini Yoga secondo gli insegnamenti di Yogi Bhajan in Italia: avendo fatto parte del gruppo che attraverso Guru Meher Singh ha introdotto in Italia questa disciplina (video), è testimone diretto di quasi quaranta anni di storia, esperienza vissuta in Italia e negli USA accanto a Yogi Bhajan e oggi condivisa con chi ha modo di praticare e studiare con lui.

Team insegnanti tra i più qualificati

Del team formatori, oltre a Guru Shabad Singh, fanno parte Sada Sat Kaur e Sada Sat Singh (lead trainer dei Corsi di Formazione II livello e responsabili di Yoga Borgo), insegnanti che fin dai primi anni ’70 hanno studiato e vissuto accanto a Yogi Bhajan. A loro si aggiungono insegnanti e formatori che danno il loro contributo di esperienza e professionalità nei settori di loro competenza.

Riconoscimento Area Discipline Orientali UISP – Albo Nazionale

I Corsi di Formazione di I livello di Kundalini Yoga, sotto la direzione del Centro Yogi Bhajan Akhara, sono i primi in Italia a essere stati riconosciuti dall’Area Discipline Orientali UISP (elenco scuole riconosciute). Tale riconoscimento permette agli insegnanti diplomati di entrare a far parte dell’Albo Nazionale degli Insegnanti di Yoga ed è spendibile nei rapporti tra l’insegnante e qualsiasi ente pubblico (scuole, comuni etc.) e/o privato (cliccando QUI si può prendere visione dei riconoscimenti istituzionali della UISP) – oltre a dar modo a tutti gli insegnanti diplomati di partecipare allo Stage Annuale ADO UISP.

Modulo di Medicina Ayurvedica

La dr.ssa Ardizzone e la dr.ssa Costa, medici specializzato in Aurveda, guidano i neo-insegnanti alla scoperta di un mondo strettamente collegato alla disciplina yogica, offrendo e aprendo nuove prospettive di conoscenza rispetto a questo ambito medico che può rivelarsi un utile supporto al lavoro dell’insegnante.

Modulo di Medicina/Anatomia “occidentale

Il dr. Vaccarezza, responsabile di questo modulo, già docente di anatomia umana presso l’Università di Cassino, è oggi insegnante alla “University of Queensland” di Brisbane (Australia).

Modulo amministrativo e associativo (UISP e figura professionale dell’insegnante)

Rispetto a quel che succedeva diversi anni fa, la figura dell’insegnante di Yoga è oggi inquadrata in un complesso sistema di norme (e la stessa cosa vale per le Associazioni che operano in questo ambito). All’aspetto pratico e filosofico, che un insegnante non può non conoscere, è necessario oggi affiancare un’attenta conoscenza degli aspetti giuridico-fiscali alla base di qualsiasi attività professionale (associativa e non). Questo modulo è diviso in due parti: la prima riguarda il mondo dell’associazionismo, gli Enti preposti per lo Yoga (in particolare UISP e Area Discipline Orientali) e la loro attività per l’inserimento dello Yoga in un contesto sociale. La seconda parte riguarda le forme associative più congeniali all’espletamento dell’insegnamento e la figura fiscale-professionale dell’insegnante. I responsabili di questo modulo sono Sergio Raimondo (vice presidente dell’Area Discipline Orientali della UISP) e da Jai Preet Kaur (responsabile della Formazione dell’Area Discipline Orientali per il Lazio).

Basi teorico-pratiche di Gatka e Massaggio Polare

Guru Shabad Singh, seguendo insegnamenti ricevuti direttamente da Yogi Bhajan, introduce i neo-insegnanti all’arte marziale della Gatka e all’arte curativa del Massaggio Polare, tecnica di riequilibrio del sistema energetico dell’individuo.

Practicum: si insegna da subito

Ai neo-insegnanti viene richiesto di tenere una lezione ai propri colleghi di Corso: al termine della stessa, ognuno di essi dovrà indicare difetti e pregi (in questo ordine preciso) per dar modo a chi insegna di prendere coscienza, attraverso questi feedback, dei propri punti deboli e dei propri punti di forza (e della sottile linea di equilibrio tra i due).

“Pellegrinaggio”

Parte integrante del processo formativo dei Corsi di I livello è la pratica yogica: oltre a praticare 10 lezioni di Kundalini Yoga con il/i proprio/i insegnante/i, sarà cura dei neo-insegnanti praticare in almeno altri 5 Centri Yoga e a frequentare 5 lezioni tenute dal direttore del Corso Guru Shabad Singh (se il Corso di I livello è organizzato a Roma). In questo modo si vuole che la persona faccia esperienza diretta della realtà di altri Centri, al fine di comprendere e definire come poter indirizzare la propria futura attività di insegnamento (senza essere – involontariamente – modellati e condizionati dalla sola conoscenza del Centro Yoga d’origine). A chi frequenta un Corso di I livello non a Roma verrà comunque richiesto di non praticare le 20 lezioni complessive tutte con il/i proprio/i insegnante/i, ma di praticare con quanti più insegnanti certificati possibile.

Due meditazioni personali basate sulla propria data di nascita

Entrando in contatto già dal primo incontro di Corso con i principi della Numerologia Tantrica secondo gli insegnamenti di Yogi Bhajan, ai partecipanti dei Corsi di I livello vengono assegnate due meditazioni personali di 40 giorni da portare a termine entro l’anno di formazione.

Due tesine, una specialistica e una generale

Ai partecipanti dei Corsi di I livello viene richiesta la realizzazione di due tesine, attraverso le quali dimostrare la propria capacità di elaborare e organizzare Corsi di Yoga rivolti a un’utenza generica e Corsi che, sempre partendo da una base di Kundalini Yoga, riguardano argomenti specifici che rispecchiano i propri interessi e le proprie inclinazioni (questi non vengono mai decisi dal team formatori ma sono scelti in assoluta autonomia da ciascuno dei partecipanti, anche attingendo alle indicazioni sul proprio “cammino” ricevute sin dal primo modulo dedicato alla Numerologia Tantrica).

Corsi di II livello articolato in quattro week end

Il monte ore di ciascun modulo di II livello viene suddiviso in quattro week end (uno al mese per quattro mesi consecutivi): ciò, diversamente da soluzioni più “compresse” e veloci, permette una distribuzione più omogenea e armonica dei contenuti del Corso, dando così modo a chi partecipa di metabolizzare meglio e fare proprie le molte informazioni e le tematiche affrontate in gruppo.

Possibilità di praticantato supervisionato

Agli insegnanti diplomati, compatibilmente con le possibilità dei Centri Yoga collegati alla rete “Formazione Yoga”, viene offerta la possibilità di cominciare a insegnare sotto la supervisione di insegnanti più esperti (o si dà loro l’assistenza necessaria all’organizzazione di Corsi gestiti in totale autonomia).

Convenzione libri

Gli iscritti ai Corsi di I e II livello livello possono acquistare i libri della collana “In… Essere”, utili a un approfondimento personale delle tematiche affrontate, con uno sconto del 15% sul prezzo di copertina.

Convenzione materiali

Gli iscritti ai Corsi di I e II livello possono acquistare materiali utili alla pratica yogica nel negozio Stellatum, con uno sconto del 10%.